Il vino italiano in Giappone. Una Tesi di Laurea



“Il settore del vino italiano in Giappone divide la sua offerta tra vino di media e alta qualità: di conseguenza il consumatore giapponese non identifica il vino italiano con la qualità alta caratteristica del prodotto made in Italy, ma riconosce che i vini italiani possono essere di alta o bassa qualità, costosi o economici, anche se in generale i consumatori apprezzano la grande varietà di vini anche non classici che offre il mercato italiano. Quando il consumatore giapponese acquista vino italiano, l’acquisto è mosso prima di tutto dai gusti personali e dalle abitudini, e in secondo luogo dalla grande varietà e regionalità dei vini. Possiamo dire allora che la strategia del made in Italy, intesa come promozione del prodotto italiano che fa leva sull’artigianalità, creatività e unicità del prodotto, ha solo mediamente effetto sul consumatore giapponese, che acquista prima di tutto seguendo i suoi gusti e le sue preferenze, e successivamente in base all’origine. Il mercato del vino è destinato ad aumentare, prima di tutto perché si nota un costante aumento, nel tempo, di consumo di alcolici, in particolare tra i giovani. In secondo luogo perché il mercato del vino è, a oggi, frammentato e poco regolarizzato: manca ancora, ad esempio, una definizione del vino come prodotto diverso dai succhi di frutta alcolici. Con il tempo l’attenzione per il vino, e anche quello italiano può solo aumentare, così come i consumi, anche se in modo proporzionato alle abitudini dei giapponesi che preferiscono di gran lunga bir”Propensione al consumo di cibo italiano in Giappone”ra, sakè e alcolici locali. “
Dalla Tesi di Laurea di Giulia Pascerini 
"Propensione al consumo di cibo italiano in Giappone
Un’analisi dei segmenti di consumatori di caffè, vino e gelato in Giappone"
Università Cà Foscari, Venezia
Anno Accademico 2015 / 2016
Corso di Laurea in Lingue e istituzioni economiche e giuridiche dell’Asia e dell’Africa Mediterranea



Commenti

Post popolari in questo blog

La rinascita di un borgo giapponese passa dall'albergo diffuso

I Giapponesi? Gentili, ossequiosi e ospitali