Conferenze sull'utilizzo delle case vuote nei borghi a Tokyo e nell'Hokkaido


400 i partecipanti alla conferenza di Tokyo sullo sviluppo dei borghi e l'albergo diffuso. Un risultato straordinario reso possibile dall'attivismo dell'Associazione dei borghi più belli del Giappone e anche dall'interesse in Giappone verso il modello sostenibile dell'albergo diffuso. Un'ora di relazione e 30 minuti per rispondere ad alcune delle tantissime domande dei presenti (Amministratori pubblici, giornalisti, studenti, consulenti, architetti e operatori turistici ed economici). 
Ho tenuto la prima conferenza di presentazione dell'AD a Tokyo solo un anno fa, e il primo seminario lo scorso mese di aprile, e non immaginavo di vedere triplicato il numero dei partecipanti.  L'incontro si è svolto presso la sede dell'Istituto italiano di cultura che ha 360 posti a sedere, ma molta gente è rimasta in piedi per tutta la durata della conferenza.
A questo incontro ha fatto seguito il 17 novembre un seminario che si è tenuto nell'Hokkaido, a Biei, presso la sede dell'Amministrazione Comunale, al quale hanno preso parte una cinquantina di persone.
Il Ministero giapponese ha appena varato una misura di finanziamento per i borghi, il mio augurio è che gli incentivi aiutino la nascita di AD nei borghi del Giappone, e siano accompagnati da una norma nazionale chiara, che li difenda dagli abusi.


Commenti

Post popolari in questo blog

Travel Journal JP: edizione speciale albergo diffuso

La rinascita di un borgo giapponese passa dall'albergo diffuso

I Giapponesi? Gentili, ossequiosi e ospitali